1. Home
  2. Inserzionisti
  3. Configurazione e gestione della campagna

Come lavorare con lo strumento di bidding selettivo?

Il bidding selettivo soddisfa gli standard di trasparenza dei prezzi ed è l’opzione più favorevole per l'ottimizzazione di una campagna basata sulle sorgenti di traffico.

Questo metodo di ottimizzazione consente di impostare CPC diversi per varie sorgenti di traffico, in base alla loro efficacia, all'interno di una campagna.

 

Terminologia:

Sorgente di traffico: siti web, plug-in del browser, ecc.

Partner (Editore): il proprietario di un sito web/sito su quale sono collocati i nostri widget.

Rete di affiliazione: un insieme di siti rappresentati da un'Agenzia o da un grande Publisher.

Siti, pagine del sito: esempi di varie sorgenti di traffico

Widget Informatore*: possono essere localizzati su un sito o su più siti o pagine

* Un esempio di widget può essere trovato qui.

UID*: un ID sorgente di traffico univoco per MGID.

* L'UID può fare riferimento a un partner con uno o più siti o a una rete di siti di affiliazione.

SubID è un ID di origine secondaria, un prerequisito per l'UID. Può essere un sottodominio o un dominio separato di una rete di affiliazione.

I partner possono avere una risorsa web con diversi widget di informazioni (UID 123456, UID 123457).

Tuttavia, per una rete di affiliazione, potrebbero essere applicate anche fonti secondarie (SubID).

 

 

I widget Informer (unità pubblicitarie) sono posizionati orizzontalmente e verticalmente. Tuttavia, sono disponibili altre opzioni native, inclusa la visualizzazione di diversi annunci.

 

La struttura dell'offerta selettiva in base alle sorgenti di traffico e alle sorgenti secondarie per un inserzionista nella dashboard:

  • Widget Informatore (UID)
  • Fonte secondaria (SubID)

 

Sorgenti di traffico (UID)

Sorgenti secondarie di traffico (SubID)

 

Come funziona l'offerta selettiva e in che modo la modifica della tariffa influirà sui risultati?

 

Tasso: moltiplicatore CPC per ogni UID, SubID

CPC (costo per clic): CPC nel teaser

Formula:

CPC x Coefficiente = CPC che parteciperà al processo di offerta

 

Ogni sorgente di traffico (UID, SubID), in cui vengono visualizzati gli annunci, ha un tasso (per impostazione predefinita 1), che può essere regolato.

Il prezzo al quale un annuncio teaser partecipa all'asta per ogni particolare UID, SubID verrà moltiplicato per il tasso (coefficiente) impostato per questa piattaforma.

Se vuoi aumentare la quantità di traffico che ti arriva dalla piattaforma X, dovrai aumentare il tasso predefinito, ad es. a 1.3 o 2.

Pertanto, il prezzo di tutti gli annunci in questa campagna verrà moltiplicato per 1,3 o 2, rispettivamente, quando vengono visualizzati sul sito, il che aumenterà la posizione del teaser in bidding.

 

Importante:

La tariffa rettificata viene applicata a tutti i teaser di una campagna pubblicitaria. Quando si applica il nuovo coefficiente per UID, SubID, è importante ricordare che questo verrà impostato per tutti gli annunci della campagna.

 

Come regolare il tasso?

 

Fare clic sull'icona nell'elenco delle campagne pubblicitarie nella colonna Azioni per accedere all'interfaccia di Publishers Efficiency.

Successivamente, seleziona una o più sorgenti di traffico e modifica il valore del rapporto in base al rapporto desiderato.

 

Vantaggi del bidding selettivo nell'ambito di una campagna pubblicitaria:

1) Ti consente di attirare più visitatori dalle piattaforme più efficienti (che aumenta rispettivamente i numeri di conversioni).

2) Offre l'opportunità di adeguare i costi su piattaforme in cui il livello di conversione è leggermente inferiore al previsto.

Pertanto, la copertura viene aumentata senza ridurre il ROI.

3) In generale, ridistribuisce il traffico tra le piattaforme all'interno della campagna, aumentandone la redditività.

Per quanto riguarda il suo utilizzo, al momento, puoi accedere al bidding selettivo nell'account dell'inserzionista.

 

Esempi di utilizzo:

Prendiamo un'ipotetica campagna in cui il prezzo per tutti i teaser per tutte le regioni incluse è di 10 centesimi.

1) Questa campagna riceve un traffico molto buono da una delle piattaforme e vuole aumentare i volumi da essa. Sei pronto a pagare 15 centesimi, non 10 centesimi per clic su questa piattaforma.

Per questa sorgente di traffico è impostato un tasso di 1,5. Di conseguenza, quando si organizzano le offerte su questa particolare piattaforma, il valore del teaser sarà più alto e apparirà più spesso nella rotazione delle impressioni. Quando il pubblico fa clic sui teaser, ti verranno addebitati 15, non 10 centesimi.

In questo caso, il prezzo sarà di 10 centesimi su altre piattaforme (UID).

2) La campagna riceve traffico da una delle piattaforme che non soddisfa il ROI richiesto. Il tuo primo pensiero sarebbe disabilitare questo tipo di sorgente di traffico. Ma invece, puoi ridurre il tasso per questo, abbassando così il prezzo al livello di ROI desiderato.

Il tasso più basso che può essere impostato è 0,2. Cioè, quando si imposta il tasso di 0,2 per questa fonte, i teaser della campagna avranno un valore 5 volte inferiore per l'offerta e quando il pubblico fa clic sulla creatività, verranno addebitati solo 2 centesimi.

Il cambio del tasso funziona solo per sorgenti con volumi elevati. Normalmente non funziona per i piccoli editori, poiché il volume di traffico non cambierà notevolmente.

I tassi di aumento dovrebbero essere alti come 2, 3, 4.

In caso contrario, l'effetto atteso o desiderato non sarà raggiunto.